+41 79 814 51 04 info@brevaweb.ch

Lo scoppio della pandemia per il Covid-19 e la conseguente clausura a cui siamo stati tutti sottoposti nell’ultimo anno ha dato una spinta, solo fino all’anno scorso inimmaginabile, alle ricerche on line di natura medica e alle richieste di teleconsulti. In poche parole, alla telemedicina.

Perchè se abbiamo scelto di fermare molte attività, il diritto alle cure mediche non poteva essere comunque negato e la paura di recarsi fisicamente presso studi medici e ospedali ha fatto sì che moltissimi utenti diventassero internet dipendenti anche per questioni mediche.

Mentre si evolve l’ecosistema strutturale – la smart medicine e le app per il monitoraggio dei pazienti cronici non sono più una chimera, ma una realtà – emergono chiare evidenze che il settore medico, quindi professionisti e studi medici, non possono più fare a meno di un piano e di una strategia di digital marketing, in grado di valorizzarli e promuoverli.

Si stima che in tutto il mondo gli investimenti in soluzioni di Information Tecnology declinati al settore medico siano aumentati durante tutto il 2020 e continueranno a farlo anche nei prossimi mesi. Operativamente parlando, i consulti medici da remoto hanno subito un’impennata del 20% in più rispetto al 2019. Con la crescita dell’offerta però, cresce anche la concorrenza. Se è vero che in ambito medico l’opinione dei pazienti è spesso fondamentale, nel 2021 lo è anche il personal branding che oggi, mai come ieri, passa soprattutto dalla rete.

La nostra agenzia è specializzata anche nel digital marketing per studi medici e vanta un’esperienza pluriennale in merito: la chiave del successo sta nell’ideazione di una strategia a misura per il singolo cliente. Perché in ambito digital ci sono dei trend che non si possono ignorare, ma è bene ricordare che ogni cliente ha una storia a sé.

3 must have per una strategia di digital marketing per studi medici di successo

Il primo passo da compiere è definire una digital strategy che punti al raggiungimento di obiettivi concreti e alla portata della propria attività.

Ma quali sono le aree e i canali marketing che dovrebbero far parte della strategia marketing di uno studio medico? Ecco una check list utile da seguire per rafforzare la propria presenza online:

  1. Sito web e posizionamento SEO
  2. Social media marketing e advertising
  3. Personal branding e outbound

Andiamo ad approfondirle insieme.

Sito web e posizionamento SEO

Avere un sito web è vitale per qualsiasi studio medico: un sito web responsive e user friendly (dunque facilmente navigabile), per comunicare all’esterno di cosa si occupa lo studio, per intercettare nuovi pazienti e fidelizzare quelli già nostri.

La ricerca “studio medico specialistico” su Google restituisce più di 15 milioni di risultati, un numero mostruoso: non bisogna spaventarsi, perchè generalmente l’utente che compie una ricerca per necessità mediche, restringe la sua ricerca ad una determinata area geografica, quella di residenza.

Comparire ai primi posti nella serp di Google come risposta ad una ricerca specifica, è un ottimo inizio. Come farlo? Con una strategia SEO ad hoc (Search Engine Optimization – Ottimizzazione per i Motori di Ricerca). Da non confondere con l’indicizzazione, anch’essa basilare ma da un punto di vista più strutturale. Se non indicizzato, infatti, un sito NON compare nelle ricerche Google.

Una valida strategia SEO, quindi, non può prescindere da un bravo SEO copy: mettere “in rete” le vostre parole, le vostre specializzazioni e competenze e le peculiarità del vostro studio medico aiuterà l’algoritmo di Google ad interpretare correttamente il vostro sito web, cosicché gli utenti possano trovarvi più facilmente. Un blog, per esempio, potrebbe aiutare il posizionamento oltre che essere un ottimo strumento di inbound marketing. Contenuti periodici di qualità, con un linguaggio comprensibile e attento alle continue modifiche dell’algoritmo di Google, sono la migliore ricetta per far crescere il traffico organico, diventando un riferimento per il settore medico specifico.

Infine, attenzione alla grafica del sito web: come consiglio generale potremmo dire che sono bandite le fotografie generiche che si scaricano facilmente dal web. I pazienti devono vedervi e sapere con chi si stanno rapportando, e per far ciò è importante che le fotografie presenti sul sito (e di riflesso poi nelle newsletter o sui social) siano reali, ovvero le vostre e quelle dei vostri collaboratori.

2. Social media marketing e advertising

Il Social media marketing e l’advertising (che ad esso fa riferimento), sono estremamente correlati. Nel 2021 è fondamentale avere una pagina social (non un profilo, che è essenzialmente personale e quindi privato), anche se si è medici o membri dello staff di uno studio medico. Ma altrettanto non si può prescindere dalle sponsorizzazioni.

È esistito un tempo in cui i post organici (quelli che comunemente si scrivono sui social senza pagare affinché vengano visualizzati) avevano una buona copertura se condivisi e letti da molte persone. Oggi non è più così e l’unico modo per essere certi di comparire nel feed dei social network è pagare.

Una strategia di social media marketing per studi medici quindi, può prevedere periodicamente:

  • post social con contenuti informativi (spiegazioni varie su patologie o simili)
  • contenuti promozionali (coupon per visite mediche o esami diagnostici a prezzi fissi)
  • informazioni di contatto con lo staff medico (presentazioni dei curricula o dirette social in cui si possono fare domande ai medici)

Tuttavia è fondamentale prevedere anche un budget apposito da allocare alle sponsorizzazioni.

Le sponsorizzazioni sono fondamentali sia sui social (si parla in questi casi di FB Ads che coinvolge oggi anche Instagram) sia su Google (Google Ads), poiché accanto al posizionamento derivante dal traffico organico è fondamentale comparire nelle ricerche degli utenti in base a determinate keyword di ricerca.

Facciamo un esempio pratico. Se il nostro studio medico ha un macchinario particolarmente all’avanguardia per determinate terapie, come l’ozonoterapia, è bene che Google lo sappia e che sia messo in condizione di farlo sapere agli utenti (cosa molto più semplice pensando una sponsorizzazione ad hoc).

3. Personal branding e outbound marketing nel pieno rispetto del GDPR

Non da ultimo il digital marketing per studi medici deve prevedere un sapiente utilizzo del personal branding. Perché il rapporto medico paziente è da sempre fondato sulla fiducia che passa anche dal conoscere la persona a cui vogliamo affidare la nostra salute.

Quando però la possibilità di conoscersi di persona o di stringersi la mano viene a mancare, quello che può convincere l’utente è in primo luogo una foto reale corredata da un curriculum vite. Poi magari leggere l’esperienza di un altro paziente che parla in termini positivi del medico, del suo approccio alla medicina, del suo rapportarsi al paziente e alla patologia.

Per migliorare la personal branding di un singolo medico o di uno studio medico è utile coinvolgere gli utenti, chiedendo di lasciare recensioni e commenti positivi (elementi chiave del Word Of Mouth marketing) dopo essere venuti in studio, oppure coinvolgerli in dirette sui social, in cui per esempio dar loro la possibilità di fare domande.

Un ultimo consiglio che sentiamo di darvi è non dimenticare l’outbound marketing. In ambito medico la reciprocità è più evidente, così come il bisogno da parte del paziente di sentirsi accolto e compreso nel suo disagio. In questo senso, un piano di digital marketing per studi medici può comprendere, sotto attenta analisi dei target, strumenti tipicamente etichettati come outbound marketing.

Quali?

Su tutti, una newsletter periodica che racconti la vita dello studio medico, le novità del settore specialistico di riferimento, che permetta di scaricare un opuscolo informativo o magari consenta di proporre pacchetti speciali a misura di paziente, come coupon o simili. Per far ciò è fondamentale creare un database di contatti o una mailing list personalizzata e profilata, in modo da poter suddividere l’invio di volta in volta in base all’età o al genere del paziente. Il tutto naturalmente nel più totale rispetto del GDPR.

Siete uno studio medico e state cercando la vostra dimensione on line? Contattateci! Vi mostreremo le nostre case study, analizzeremo la vostra realtà in modo da individuare la migliore strategia di digital marketing per il vostro studio medico.